Chi Sono

Irene Favre

Amore e creatività

Il mio nome è Irene, e ho 33 anni. Ho sempre amato esprimermi attraverso la creatività, sin da bambina ho avuto modo di sviluppare molto il mio lato artistico, che ho poi voluto continuare attraverso i miei studi: sono infatti laureata allo Ied di Torino in Illustrazione per ragazzi.
La mia vera strada però, l’ho trovata con la nascita di Mattia, il mio capolavoro più grande. Con lui ho scoperto la bellezza del creare qualcosa che porti GIOIA.

Il nome del mio progetto, Perle del Cuore, nasce da qui, dal desiderio di creare qualcosa dentro il mio cuore e renderlo reale e prezioso, proprio come una perla.
Ed ecco che prendono vita le mie creazioni: collane da allattamento, giochini per la dentizione, catenelle portaciuccio, portachiavi, seggioloni da viaggio e libri sensoriali, sacchi nanna, giochini e tanto altro...
Moltri progetti sono in corso, altri ancora fluttuano nella mia mente.

Ma il mio progetto preferito rimane sempre il primo: la collana da allattamento. Un oggetto che racchiude un sacco di significati, un oggetto che nasce per seguire completamente le vostre esigenze, totalmente personalizzabile. Un oggetto che potrete indossare in qualunque momento fin dai primi attimi di vita del vostro cucciolo, e che lo stimolerà sia visivamente che dal punto di vista tattile.
Ed è per questo motivo che dedico grande cura ai dettagli di ogni sua parte: i ciondoli che ho progettato per le mie, per le vostre collane permettono qualsiasi tipo di personalizzazione, un disegno, un simbolo, la vostra frase preferita, un nome….

La più grande conferma del lavoro che svolgo l’ho avuta da Rebecca, (una delle mie prime clienti) quando mi ha ricontattata perché creassi una collana per una sua amica.
Quel giorno e in quel momento, ho capito che la strada che avevo intrapreso era finalmente la mia strada, e da allora ogni giorno mi siedo nel mio angolo di mondo e penso al mio prossimo passo…

Quindi grazie a Rebecca e a Gioia, e grazie a tutte voi, che contribuite a rendere ogni giorno a rendere sempre più vero e sempre più bello il mio percorso.